''Meditazione sul Padre Nostro '' di Rosy Romeo

Pubblicato il da Rosy e Salvo

''Venga il tuo Regno'' di Rosy Romeo

Venga il tuo Regno

Stiamo vivendo un periodo tenebroso,siamo sbandati,non sappiamo di chi fidarci.Il mondo va male,l’umanità cerca di arrancare su una strada che precipita verso il precipizio.Perfino la natura è arrabbiata e fa sentire più forte la sua voce.I governi ce la mettono tutta per peggiorare la situazione,anzi oserei dire che sono proprio loro a costruire tutto questo e a macchiare la mentalità dell’uomo sin dall’infanzia.Scoraggiati allora,capiamo che i regni di questo mondo non sono affidabili e ne desideriamo uno diverso,uno che ci restituisca pace e serenità.Ma… attenzione a non cadere sempre nel nostro egocentrismo,cioè nel cercare il nostro benessere e una ipotetica felicità che nessun regno terreno può darci.Rischieremmo di cadere nell’errore degli antichi ebrei che aspettavano il Messia,sì,ma secondo le loro idee terrene,un Messia condottiero che li liberasse dall’impero dei Romani e instaurasse un regno libero,padrone di se stesso.Ma Gesù ci parla di un Regno ben diverso,di gran lunga superiore a qualsiasi altro abbiamo mai conosciuto.Di certo non ci toglierà i dissesti finanziari,non elargirà doni come posti di lavoro,sicurezza dai malviventi o vincite al ‘’Gratta e vinci’’.’’Il mio regno non è di questo mondo’’(Gv 18,36) ha detto Gesù,quindi i suoi doni sono di tutt’altra natura,ma per desiderarli,anzi per vederli,bisogna cambiare mentalità.Se il nostro spirito è scurato da sentimenti pesanti come ambizioni,invidide,rancori o semplicemente il sentirsi superiori agli altri,o dalla chiusura di fronte ai bisogni e alle difficoltà degli altri,non possiamo essere in grado di apprezzare i doni che ci offre il regno di Dio.Bisogna dunque rinunziare alla nostra presunzione e conquistare la semplicità perché Dio è la perfezione della semplicità’’Se no vi convertirete e non diventerete come bambini non entrerete nel Regno dei cieli’’(Mt 5,3).Questo Regno di Dio è davvero strano,è un posto in cui dobbiamo entrare e nello stesso tempo è qualcosa che è in mezzo a noi e che,addirittura vuole entrarci dentro.I farisei avevano domandato a Gesù quando sarebbe venuto questo regno e la risposta che ebbero fu incomprensibile per loro:’’Il regno di Dio è in mezzo a voi!’’(Lc 17,21).E’ per noi com’è questa notizia?Spesso preghiamo il Padre nostro meccanicamente,senza porre attenzione alle parole meravigliose lasciateci in eredità da Gesù e così perdiamo l’occasione di comprendere nel profondo ciò che diciamo con la bocca,come se fosse una poesia da recitare alla maestra per guadagnare un buon voto.E’ Gesù questo Regno!E sta già in mezzo a noi e dentro di noi.Pensiamo ogni volta che facciamo la comunione,Gesù entra in noi e dunque il Regno è in noi ed è un regno indistruttibile poiché il nostro Dio è il Dio vivente che dura in eterno; ‘’il suo regno è tale che non sarà mai distrutto e il suo dominio non conosce fine’’(Dn 6,27).C’è necessità di fare deserto dentro di noi per fare spazio al Regno.Il Paradiso è già qui,nel mio cuore e nel cuore di ogni altro mio fratello che voglia accoglierlo; nei suoi occhi potrei veder trasparire quella luce che non è di questo mondo,capace di abbagliare a tal punto gli occhi della mia anima da non farmi vedere le brutture che il nemico ha seminato in questo mondo;le sue parole potrebbero essere musica divina per le mie orecchie si da coprire i lamenti del mio stesso essere per i problemi che rotolano sempre dinanzi ai miei piedi; il tocco della sua mano dovrebbe trasmettermi la corrente del suo Amore e allora niente più mi toccherebbe di doloroso,poiché saprei che qualsiasi dolore passa in fretta e può addirittura diventare mezzo per allargare ancor di più il mio cuore e comprendere di più i miei fratelli.Questo è il miracolo più grande:accogliere il Regno dentro di noi e sentirsi conquistati,abbracciati,annegati nel suo Amore.

Tuttavia Gesù non si accontenta di entrare dentro noi,vuole che il suo Regno si instauri dappertutto,in tutti i suoi figli,i buoni e i cattivi,i battezzati e tutti gli altri e vuole che noi invochiamo questo dono immenso.Sì,Signore,VENGA IL TUO REGNO,venga in questo mondo torturato che i tuoi figli sprovveduti hanno rovinato,vieni a rimettere tutto a posto,secondo il progetto che tu hai fatto,prendi possesso del tuo trono dentro ognuno di noi poiché hai sconfitto satana,hai distrutto la morte e tutto ti appartiene.Ci hai riscattato e nulla ci potrà strappare dalla tua mano,neanche la nostra stoltezza.Vieni Signore GesùMaranathà!

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post